Giovedì, 11 Febbraio 2021

La festa di San Michele e la Vunnella

Si chiama Vunnella il ricco e voluminoso vestito che nell’ultima domenica di settembre sfila lungo le strade del centro di Montecelio.

Quello che oggi si ammira alla sfilata della Festa di San Michele è quello che un tempo veniva considerato il vestito tradizionale delle spose ed è per questo la versione più ricca dell’abito che realmente veniva utilizzato per la vita di tutti i giorni. Il costume tradizionale costituisce ormai un vero cimelio tramandato di generazione in generazione. Alcuni di quelli che si possono ammirare in sfilata sono composti da originali e preziosi indumenti, altri sono riproduzioni il più possibile fedeli. Il costume della Vunnella ha negli anni affascinato così tanti visitatori da aver conquistato addirittura Vittorio de Sica che lo inserì in una scena del suo “Anna di Brooklyn”. Del costume attirano senza dubbio i preziosi fazzoletti ricamati in oro oggi riprodotti solo da poche mani esperte.

Non meno pregiati sono comunque gli spilloni in filigrana d’argento (maule) che sorreggono la coroncina di fiori (cartonella), o le voluminose gonne da cui deriva in nome del costume (vunnella), o ancora i rigidi busti… forse il pezzo più difficile da portare per le giovani di oggi. La Vunnella è un abito così elaborato da richiedere circa un’ora per la vestizione e, soprattutto, mani esperte che conoscano come sovrapporre i vari strati l’uno all’altro.

Alle 11 del mattino della domenica (quest’anno il 24 di agosto) la sfilata parte, aperta dai bambini per proseguire con le donne e chiudersi con le coppie dove compare, finalmente, anche il costume maschile (il Buttero).

La sfilata porta le Vunnelle nella Chiesa di San Giovanni per la messa, e da qui riparte, dopo la celebrazione, alla volta della cima del secondo colle, Monte Albano.

Giovedì, 19 Dicembre 2019

Villaggio di Babbo Natale 2019

Tutto pronto a Guidonia per il Primo Villaggio di Babbo Natale promosso dalla Pro Loco della Città dell'Aria. La manifestazione si svolgerà dal 19 al 22 dicembre in piazza Giacomo Matteotti. 

Scrivici

Per favore inserisci il nome
Per favore inserisci il telefono
Per favore inserisci una e-mail Indirizzo e-mail non valido
Per favore inserisci il tuo messaggio
Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del DLgs 196/2003 e del Reg. UE 2016/679.
Leggi l'informativa